Formato: 14x21
Pagine: 250
Data di pubblicazione: 2016
ISBN: 978-88-6801-134-5
Prezzo di vendita: 15,30 €
Sconto: -2,70 €
Sconto: -2,70 €

Prezzo:

18,00 €
Prezzo di vendita: 15,30 €
(-15%)

Franz Boas

L'uomo primitivo

Quando nel maggio del 1933 l’Associazione Studentesca Tedesca bruciò i libri di autori ebrei nella piazza dell’Opera di Berlino, le pagine de L’uomo primitivo furono parte del “combustibile” che alimentò il grande rogo. Nelle fiamme rischiava di perdersi un trattato oggi considerato un classico dell’antropologia moderna. In questo libro Boas sostiene la tesi, ampiamente documentata, secondo cui razza, linguaggio e cultura sono delle variabili indipendenti, ricorrendo a un’analisi comparativa molto accurata che include dai Vedda di Ceylon alle tribù della California, e contrapponendosi così, con le armi della ricerca e dell’interpretazione dei dati, ai sostenitori delle teorie della razza.

Franz Boas (Minden 1858 - New York 1942), considerato tra i pionieri dell’antropologia moderna, ha dato un importante contributo allo sviluppo dell’etnologia come ambito di ricerca autonomo. Laureato in fisica nel suo paese d’origine si è trasferito negli Stati Uniti dopo aver compiuto una missione etnografica sull coste del Pacifio settentrionale. Fra le sue opere tradotte in italiano: L’organizzazione sociale e le società segrete degli indiani Kwakiutl (1897), Introduzione alle lingue degli indiani d’America (1911) e Arte primitiva (1927).

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.