Formato: 14x21
Pagine: 122
Data di pubblicazione: 2017
ISBN: 978-88-6801-168-0
Prezzo di vendita: 8,50 €
Sconto: -1,50 €
Sconto: -1,50 €

Prezzo:

10,00 €
Prezzo di vendita: 8,50 €
(-15%)

Mario Apollonio

La Duse

Pur nel travaglio delle sue insoddisfazioni e dei suoi slanci, Eleonora Duse ben rappresentò la fine dell’Ottocento e gli ultimi splendori e languori, raffinati e viziati, di un secolo intenso. Di questa attrice Mario Apollonio, suo spettatore d’eccezione, intende dipingere la figura di donna, protagonista di passioni dai nodi tortuosi e dolorosi (come quella che la legò al poeta D’Annunzio), accanto a quella di grandissima e intensa attrice. Grazie alla sua sensibilità, alle doti innate e con lo studio intenso, l’attrice si rivolge a un repertorio di livello artistico sempre più alto, interpretando opere come Antonio e Cleopatra (1888), Casa di Bambola (1891) e alcuni drammi di Gabriele D’Annunzio (La città morta, La Gioconda, Sogno di un mattino di primavera, La gloria), che le valgono l’appellativo di “divina” e un apprezzamento da parte del pubblico a livello globale.

Mario Apollonio (1901-1971) docente di Letteratura italiana presso le Università di Oslo, Urbino e la Cattolica di Milano, nel 1955 presiede la prima cattedra di Storia del teatro in Italia, avviando i primi studi sull’interpretazione del testo teatrale in vista della sua rappresentazione. Animatore culturale, è fra i promotori della nascita del Piccolo Teatro di Milano. Progetta la rivista “Drammaturgia” e scrive un’imponente Storia del teatro italiano oltre a varie opere sulla letteratura italiana. Nel 1961 fonda e dirige la Scuola Superiore di Giornalismo e Mezzi Audiovisivi.

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.